7 Serie TV dal mondo – DA NON PERDERE

1. Freaks & Geeks (USA) 1999

freaks_and_geeks-showNon tutti sanno che la carriera del magnate della comedy Judd Apatow è cominciata con questa perfetta, essenziale serie televisiva (non l’avete vista? Recuperatela subito!) ingiustamente troncata a causa di decisioni di network. Jason Segel, James Franco, Martin Starr, Seth Rogen e tutta la new generation di attori è nata qui. Lo show che (forse) ha meglio raccontato l’adolescenza.

2. Dead Set (UK) 2008

DeadSet_Press.Ad_LR_(1)Cosa vi ricorda questa immagine?! sì è proprio lei, la casa del Grande Fratello, come non l’avete mai vista ma come probabilmente molte volte avete desiderato vederla; ovvero invasa dagli zombie! Lol

E’ una serie britannica, creata dallo scrittore Charlie Brooker, ampiamente acclamata dalla critica e nominata ad unBAFTA. Composto da soli 5 episodi è un piccolo gioiellino che rappresenta un pò una metafora della società dell’immagine che osserva questi personaggi dentro una casa, con foga di scarnificare le vite di persone qualunque, proprio come degli zombie! Senza abbandonare mai la tipica ironia che contraddistingue la cultura inglese.

3. Love/Hate (IRLANDA) 2010

lovehateE’ davvero un peccato che questa serie irlandese non abbia mai sfondato oltre i confini isolani, perché è davvero una notevole prova di buona televisione, anche grazie ad eccellenti attori come il più conosciuto Robert Sheehan (che aveva già partecipato alla più nota serie inglese Misfits). La storia si svolge nella periferia di Dublino e si tratta principalmente della vita di alcuni piccoli delinquenti molto giovani e cresciuti nella povertà che tentano di vivere onestamente ma vengono continuamente risucchiati dall’ambiente criminale underground in cui sono cresciuti. Una drammaticità che non lascia indifferenti!

La quinta serie andrà in onda in autunno 2014. Attenzione all’accento e slang irlandese che spesso è abbastanza incomprensibile.

4. El Barco (SPAGNA) 2011

el-barco-707770lOrmai dopo il successone del “segreto” l’Italia si è aperta definitivamente al mercato spagnolo e questa è una serie dal soggetto molto interessante ma forse tirata un pò troppo per le lunghe con le sue tre stagioni. Per farla breve un gruppo di giovani studenti viene selezionato dal governo per una borsa di studio che gli permette di passare l’estate in un grande veliero chiamato (non a caso) “la stella polare”. Durante questa gita, qualcosa di strano accade al pianeta e tutte le terre vengono sommerse dai mari. Praticamente il veliero si trasforma involontariamente in un arca di Noé. I sopravvissuti non si arrendono e continuano a cercare terra facendo fronte a mille peripezie e complotti governativi. Dite che ce la faranno?!

5. In the flash (UK) 2013

In_the_Flesh_Serie_de_TV-432925145-largeAncora zombie per gli inglesi. Un’altra miniserie di soli 3 episodi ma assolutamente geniale. Zombie curati e rinseriti nella società come metafora di tutti quei disadattati sociali che non riescono ad essere accettati per come sono in un mondo che ci vuole sempre più uniformati e docili. Scritta da Dominic Mitchell e diretta da Jonny Campbell, la seconda stagione è stata confermata e andrà in onda nell’arco di questo 2014. Assolutamente da vedere, ha spunti drammatici che fanno riflettere!

6. Revolution (USA) 2012

revolution_midfinale_fullUna megaproduzione che non a caso vanta fra i produttori J.J.Abrams ma che non a tutti piace. E’ una specie di Walking Dead senza zombie. La paura dell’uomo moderno è essere disconnesso e questo è proprio quello che accade in questa serie. Il mondo si spegne per sempre e a 15 anni dall’ultima lampadina accesa, la terra è regredita a uno stile di vita come prima della rivoluzione industriale ed è piena di vere e proprie guerre fra sopravvissuti, spesso più disumani di molti zombie. Ma non è finita qui, c’è un segreto: qualcuno sa come riaccendere la luce!

La seconda stagione è iniziata il 25 settembre 2013

7. Con el culo al aire (SPAGNA) 2012

con el culo al aire

Una sit com molto divertente per chi conosce lo spagnolo. E’ il riflesso comico della crisi economica, un gruppo di gente che vive in un campeggio fuori Madrid, durante tutto l’anno, si prende gioco della propria povertà senza perdere il tipico ottimismo iberico. Idea semplice ma intrattenimento piacevole, bravissimi attori.

 

Annunci

Tag:, , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: