Tag Archive | film

Ecco i nostri concorrenti per “miglior film straniero” ai prossimi Oscar 2015

E’ difficile vincere l’Oscar come miglior film straniero due anni di seguito ma noi ci speriamo sempre. Dopo la “Grande Bellezza” tanto apprezzato dal pubblico estero e tanto criticato in patria, quest’anno l’Italia presenta un film di Virzì dal titolo “Il Capitale Umano” che spiega l’ennesima realtà dell’Italia ai tempi della crisi, lontano dalle terrazze romane ma non così lontano dalla decadenza di Jep Gambardella. Una frase ci ha colpito e vogliamo riportarla: “Per il vostro bene ci siamo giocati tutto, anche il vostro futuro”!

I nostri concorrenti sono tantissimi e solo il 15 di gennaio si sapranno i nomi dei 5 finalisti che arriveranno a presenziare la notte degli Oscar il 22 febbraio. Facciamo una panoramica sui film dal mondo che non così spesso arrivano nelle nostre sale.

sorrentino oscar

BELGIO – Two days, one night (Fratelli Dardenne)

Anche il Belgio tratta la crisi ma in modo meno glamour del nostro. Il dramma della protagonista Marion Cotillard è quello di una donna che dopo un esaurimento nervoso torna a lavoro e scopre che ai suoi colleghi sono stati offerti 1000€ di bonus per coprire i suoi turni e in questo modo poter fare a meno di lei in fabbrica. Estenuante il suo viaggio nelle altrettanto difficili vite di questi 16 colleghi per cercare di convincerli ad aiutarla.

BRASILE – The way he looks (Daniel Ribeiro)

Omo-Dramma adolescenziale che ha vinto due premi al Festival di Berlino e ricevuto buone critiche sia dagli esperti che dal pubblico.

CANADA – Mommy (Xavier Dolan)

Vince il premio della giuria a Cannes. Parla del difficile rapporto di una mamma vedova e disoccupata con il suo violento figlio quindicenne. Una delle frasi più significative: “You get lucky…until you don’t”!

NORVEGIA – 1001 Grams (Bent Hamer)

Uno strano film su una donna che porta in giro per la vita un “peso” particolare. Quando un uomo le chiede “Isn’t it heavy to carry around?“, lei risponde “Life’s heaviest burden is to have nothing to carry

POLONIA – Ida (Pawel Pawlikowski)

Stilisticamente bellissimo bianco e nero avvolto dalla solenne serietà del regime comunista, racconta la storia di una novizia che scopre il suo passato rivedendo una vecchia zia single dalla mentalità molto moderna. Un commovente scontro fra il mondo laico e quello religioso in un’epoca e in un luogo in cui voler vivere era desiderare troppo.

SERBIA – See you in Montevideo (Dragan Bjelogrlić) 

Commedia dal tipico spirito slavo che ripercorre le leggendarie gesta della prima nazionale di calcio yugoslava riuscita ad entrare in un campionato del mondo.

URUGUAY – Mr.Kaplan (Álvaro Brechner)

Un’esilarante commedia su un pensionato annoiato dalla vita che decide di catturare un vecchio nazista scappato in Uruguay dopo la guerra.

CLICCANDO QUI potete vedere la lista completa dei film candidati e potete fare il vostro TotoOscar 

l-applauso-triste-di-leonard-di-caprio

Film e Serie per l’autunno

Fra i lungometraggi più interessanti presentati agli ultimi importanti Festival di Cinema, ve ne segnaliamo due.

CYMBELINE – A Venezia ha ricevuto buone critiche e per gli amanti delle trasposizioni cinematografiche pop di Buz Luhrmann sarà una pacchia. Un’altra opera di Shakespeare modernizzata da un grande cast.

BOYHOOD – Richard Linklater, regista della trilogia romantica con Ethan Hawke e Julie Delpy che attraversa tre decenni e vede crescere e invecchiare i suoi protagonisti, torna a fare un esperimento con il tempo e fa un film seguendo la vita di un bambino durante 12 anni, dai 6 ai 18 anni. Il film ha avuto buonissime critiche, l’Orso d’argento a Berlino e si parla già di un possibile Oscar. 

boyhood movie

Questo suo desiderio di catturare l’infanzia e il processo quotidiano di crescita del protagonista del suo film, lo spiega così: “Proust non ebbe mai questo problema, noi registi sì! Volevo raccontare una storia mancando il passare del tempo, volevo solo un attore e l’unico modo di farlo era lasciando che i protagonisti crescessero e invecchiassero come i personaggi che interpretano.Il film è stato girato in 12 anni, incontrandosi una volta all’anno per una settimana.

Al bambino protagonista, il regista disse: “Continuerai ad avermi fra i piedi fra 12 anni quando sarai un attore in cerca di lavoro e io starò ancora facendo lo stesso film

Per quanto riguarda le serie TV le novità sono tante ma noi vi segnaliamo le nostre tre preferite:

RED BAND SOCIETY – Arriva per la prima volta un riadattamento americano di una serie spagnola che ha avuto un enorme successo in tutta Europa partendo da una piccola tv locale catalana. In Italia conoscerete la serie con il nome di “braccialetti rossi” e racconta la storia di un reparto di malati terminali adolescenti. Sembra una roba triste ma non lo è, guardate il trailer e vi ricrederete!

 

BROADCHURCH – E’ una serie britannica molto british che si svolge in un tranquillo paesino di pescatori. Il ritrovamento di un bambino assassinato sconvolge gli equilibri della cittadina e di tutti i suoi abitanti. Per la serie “ognuno ha qualcosa da nascondere”! Girato molto bene e con una sceneggiatura alla “Cluedo”, ha avuto un enorme successo in Inghilterra ed ora anche gli americane faranno la loro versione (come loro solito) chiamata GracePoint.

GOTHAM – Che Ryan di O.C. dia consigli ad un Batman dodicenne è impensabile lo so, ma per gli appassionati dei crimini di Gotham City questa serie sarà uno spasso. Can’t wait!!!

Di Caprio “directioner” – vuole lavorare con Harry Styles

Qualche giorno fa il SUN ha rilasciato questa sensazionale notizia:

leoharry

“La casa di produzione di Leo, la Appian Way, ha almeno 10 progetti cinematografici in ballo con vari ruoli che potrebbero interessare a Harry Styles. Leo ha invitato Harry a casa sua per un weekend, quando i loro impegni lo permetteranno per parlare di affari.”

WOWOWOWOWO se fosse vero sarebbe la pacchia di ben due generazioni di ragazzine assatanate!

books-making-me-orgasm1